Farfaro – Tussilago farfara

Tussilago farfara

Nome italiano:

Farfaro, Farfugio, Farferugine, Tussilaggine comune

Nome scientifico:

Tussilago farfara

Descrizione e curiosità:

Il farfaro è comune in tutta la Valle d'Aosta dal fondovalle fino ai 2400 metri di altitudine. Cresce nei luoghi umidi e sabbiosi, predilige le sponde dei ru, i luoghi franosi o dove vi siano stati di recente dei movimenti di terra.

È una pianta perenne che fiorisce in primavera poco dopo lo sciogliersi delle nevi. In Valle d'Aosta i fiori raccolti e seccati all'ombra vengono usati nella cura del raffreddore ponendoli in infusione nel latte o semplicemente in acqua bollente. Sono espettoranti, emollienti del catarro bronchiale e calmano la tosse.

Il nome scientifico deriva dal latino “tussim ago” che significa “caccio la tosse”. Un tempo per ottenere tale effetto si usava aspirare i fumi della pianta.

Bibliografia

Aldo Poletti, Fiori e piante medicinali, ed. Musumeci, Quart (AO) 2004
Maria Teresa Della Beffa, Fiori di montagna, Istituto Geografico De Agostini, Novara 1998

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17.06.2006

Valid XHTML 1.0 Strict

Licenza Creative Commons
Quest'opera di Gian Mario Navillod distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

www.andre.navillod.it - escursioni e passeggiate guidate sui sentieri della Valle d'Aosta