Angeli suonatori nel portale della cattedrale di Aosta

Iacottin gringotin

La melodia originale è in fa maggiore, è stata trasportata in sol maggiore per l'esecuzione con il baghèt.

Spartito originale

Il testo in francese antico è stato stampato per la prima volta nel 1555 nella città di Lione. L'autore è Nicolas Martin, cittadino di Saint-Jean-de-Maurienne in Francia dove si presume sia nato all'inizio del 1500.

Nella libro da cui è tratto questo brano sono presenti otto natali in francese antico e otto in patois nella prima parte e tredici canzoni in patois e quattro in francese nella seconda.

Curiosamente le due parti quasi si contrappongono. Ai testi talmente ortodossi dei natali da diventare quasi un catechismo di fede cattolica seguono le canzoni in dialetto dai testi molto liberi e talvolta licenziosi. Il libro ebbe talmente successo da richiedere una nuova edizione nel 1556. Lascio argomentare ai lettori se a causa della prima o della seconda parte.

Questa canzone è il quindicesimo e penultimo natale, sull'indice figura come Iacottin gringot. e l'incipit è IAcottin gringotin un noe fallot (Gracchiettiamo canticchiamo un piccolo natale).

Nella prima colonna è trascritto il testo originale in patois della Savoia con in seconda colonna la traduzione in italiano. In terza colonna la versione in dialetto valdostano con in quarta colonna la traduzione relativa.

SPARTITO ORIGINALE

MIDI (1KB) ABC (1KB) PNG (33KB) PDF (30KB)

SPARTITO ADATTATO PER IL BAGHET

MIDI (2KB) ABC (1KB) PNG (88KB) PDF (78KB)

TESTO DELLA CANZONE

TESTO E TRADUZIONE IN PDF (46KB)

AVTRE NOEL ALTRO NATALE OTRO NOEL ALTRO NATALE
Iacottin gringotin Gracchiettiamo canticchiamo Zèqueten zantoillen Gracchiettiamo canticchiamo

1 1 1
IAcottin (1) gringotin un noe fallot (2) Gracchiettiamo (1) canticchiamo un piccolo natale Zèqueten zantoillen en Noel plésen Gracchiettiamo (1) canticchiamo un grazioso natale
Accordin & chãtin tuyt quatroz en un flot. Accordiamo e cantiamo tutti e quattro insieme No zanten quattro vouè totte en mémo ten Noi cantiamo quattro voci tutte nello stesso tempo
Loz chãtar pri ey lo diraz margot, Il cantar sottile (3) lo dirà Margot La premie vouè la fépoué la Margot La prima voce la farà Margot
Et la tenour ly pittiot protin. E il tenore il piccolo Protin E lo teneur neutro peucieu Protin E il tenore il nostro piccolo Protin
Laultaz cõtrãtaz mõcõpare ianot, Il contralto il mio compare Ianot Tréjema vouè neutro compare Janot Terza voce il nostro compare Ianot
Per bondõnar ie bondonneray bin. Per bordonnare (4) bordonnerò ben A bordonné betten lo Pékelin A bordonnare mettiamo il Pékelin (5)
Iacottin &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

2 2 2
Dioz Creatour per noz fare support Dio Creatore per farci supporto Neutro bon Jeu pé no baillé confort Il nostro buon Dio per darci conforto
Fist ordonnanciz per noz atroz cretin Fece ordinare per noi altri cristiani Y a commando pé lo peupleu créchen Ha ordinato per il popolo cristiano
De noz mandar un grand perdon per tout Di mandare un grande perdono per tutti En gran perdonno y oublié lo gran tort Un gran perdono dimentica il grande torto
Que a aduict Iesus son fiou begnin Che ha portato Gesù il suo figlio benigno Lo bon Jesu lo porté a tcheut lé zen Il buon Gesù lo porta a tutti
Iacotin &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

3 3 3
Du ciel sez ba Angos fet un sault, Dal cielo in terra gli angeli hanno fatto un salto Dou ciel in tèra les anzé y an souto Dal cielo in terra gli angeli han saltato
Et on chanta grec francois ou latin E hanno cantato greco francese o latino E y an zanto fransè grec ou laten E hanno cantato francese greco o latino
Gloeriz a dioz seyt pex en terre & accord Gloria a dio sia pace in terra e accordo “Gloire ou Bon Dieu et paix dans les hameaux” Gloria al Buon Dio e pace nei villaggi
Per la venuaz de Iesus fallotin Per la venuta di Gesù bambino Pé quan y aruvvé lo Jésu bamben Per quando arriva Gesù bambino
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

4 4 4
Que firon noz aueyr ouy tal mot Cosa facemmo udendo quelle parole Sen que n'en fè en senten sisse mot Cosa abbiamo fatto udendo quelle parole
Toz comme cobloz noz miron a chemin Tutti a coppie ci mettemmo in cammino Ché sen coblo e nen pré lo zemin Ci siamo disposti a cppie e abbiamo preso la strada
Et furon les adosoz et un clot E gli fummo addosso in un salto Presque a galop vitto les en trovo Quasi di corsa presto li abbiam trovati
Tant queteit ply que de noet que de matin. Tanto che era più notte che mattina Tan qu'éve pieu de nét que dé matin Tanto che era più notte che mattina
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

5 5 5
Noz le trouaron asetta sur un plot, Lo trovammo seduto su un tronco No l'en trovo achétto su en gramo plot Lo trovammo seduto su un modesto tronco
Un viou bon hommoz essuyan un pattin Un vecchio buon’uomo che asciugava uno straccio En viou bon ommo qué sezévè en patin Un vecchio buon’uomo che asciugava uno straccio
Per loz pupu charfar & tenir chault Per cingere il poppante e tenerlo caldo Pè lo popon queuvrà e tigni zo Per coprire il poppante e tenerlo caldo
Quand de sa mare leysserit lu tetin Quando lascerà il seno di sua madre Quan de sa maé lésèpoué lo tétin Quando di sua madre lascerà il seno
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

6 6 6
Mon compagnon saioz discret & cault Mio compagno saggio discreto e colto Mon compagnon que t'é bien cultivé Mio compagno che sei molto colto
Apre liaueir denna un agneillin Dopo avergli donato un agnellino Apré que gl'en baillé lo blan pettin Dopo che gli avremo dato l'agnellino
Dict a colin pren le ba un escot Dice a Colin prendi la in terra un legno Di a Colin pren 'na ranma per lé Dì a Colin prendi li un ramo
Et per dancyer tochiz loz taborin E per danzare tocca il tamburello E pè dansé tozza lo tambourin E per danzare tocca il tamburello
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

7 7 7
Lanuz & lo bo ne furon pa si glot L’asino e il bue non furono così ingordi L'ano e lo bou qui sonve po gorfan L’asino e il bue che non erano ingordi
Qua fare honour a Dioz ne fussian enclin Di quanto non fossero inclini a onorare Dio Y an quetto en téra dé fen 'na brachà (6) Hanno lasciato in terra una bracciata di fieno
Et on leyssiaz de migier un fagot E hanno smesso di mangiare un fascio di fieno Y an vu lo peuo que du fret y évè blan Han visto il piccolo che era bianco dal freddo
Per regardar luz petiot enfantin Per guardare il piccolo neonato Avoué your banfa l'an bellé ézudà Con il loro alito l'hanno già scaldato
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

8 8 8
Loz Rey ply sagoz que voz ne noz et tot I re più saggi di voi e noi e tutti Le rei savan barbu et vetu d'or I re sapienti barbuti e vestiti d'oro
Lion presenta & denna prou de bin Gli hanno presentato e donato molti beni Gl'an cheut porto dé téze dé présen Gli hanno portato cataste di doni
Don lun esteit gaspard, latroz melchiot Uno era Gasparre l’altro Melchiorre En y e Gaspar l'otre che crie Melchior Uno è Gasparre l’altro si chiama Melchiorre
Et baltasard semblabloz a un mourin E Baltazar simile ad un moro E Baltazar qui sembie en afriquen E Baltazar che somiglia a un africano
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

9 9 9
Sadeuoz quey a parlar per escot Sapete che per parlare a mia volta Lo savé vo si tozzè a me prezé Sapete se tocca a me parlare
Ey loz noz fault craindre & amar bin Lo dobbiamo temere e amare molto Non fo lo crendre e lo lama bien Lo dobbiamo temere e amare molto
Et son coman fare ey net pa sot E i suoi comandamenti seguire e non è sciocco Sen qui comande fae e gnen zanzé Ciò che comanda fare e non cambiare nulla
Se noz volin parady a la fin Se vogliamo il paradiso alla fine Se lo paradi à la fin no volén Se il paradiso alla fine vogliamo
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

10 10 10
Preyn luz don que du cornu barbot Preghiamolo dunque che dal cornuto barbuto Preien lo mae que dou cornu barbu Preghiamolo pure che dal cornuto barbuto
E noz deffende noz & nostroz vesin, Difenda noi e il nostro vicino No défendisse no e lo veusin Difenda noi e il vicino
Et quand sera le tot derrier sanglot E quando verrà l’ultimo singhiozzo Can ie poué l'oua dou tot dérè salu Quando sarà l'ora dell'ultimo saluto
Comen e bon ey volliet dyre vin Come sarà bello se vorrà dire vieni Ie poué che bé gle senti deué vin Sarà così bello sentirgli dire vieni
Iacotin. &c. Gracchiettiamo canticchiamo ... Zèqueten zantoillen ... Gracchiettiamo canticchiamo ...

Tratto da: Nicolas Martin,
NOELZ & CHANSONS, A LYON,
CHEZ MACE BONHOMME, 1556
Traduzione italiana
di Gian Mario Navillod
Versione in dialetto valdostano
di Gian Mario Navillod
Traduzione italiana di
Gian Mario Navillod

(1) jacasser: gracchiare (della gazza); jacquot: pappagallo grigio
(2) falot: scialbo, insignificante
(3) chãtar pri: il soprano
(4) bordonnare: dal bordone della cornamusa che emette un suono continuo di accompagnamento
(5) Pékelin: mitica figura valdostana di paesano di forza sovrumana e animo dolce da cui deriva il soprannome (Pékelin = agnellino)
(6) brachà: la quantità di fieno che si può stringere tra le braccia (bracciata)

Discografia:

Trouveur Valdotén, Tsantèn Tsalènde, Trouveur Valdotén 1998
Ariondela, Samuela Gallinari, Maria Adelaide Negrin, Alba Spera, Beica, Felmay 1999

Bibliografia:

Nicolas Martin – Clément Gardet, NOELZ & CHANSONS fac-similé de l'édition de 1555, Imprimerie-Librairie Gardet, Annecy 1973 (testo, traduzioni e trascrizione spartiti)
Nicolas Martin, NOELZ & CHANSONS, A LYON, CHEZ MACE BONHOMME 1556, AVEC PRIVILEGE (consultabile su internet nel fondo Gallica della Biblioteca Nazionale Francese)
Nicolas Martin, NOELZ & CHANSONS, A LYON, CHEZ MACE BONHOMME 1555, AVEC PRIVILEGE (testo e spartiti nella scrittura del XVI secolo)

PAGINA DEL 4.12.2006

Valid XHTML 1.0 Strict

Licenza Creative Commons
Quest'opera di Gian Mario Navillod distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

www.andre.navillod.it - escursioni e passeggiate guidate sui sentieri della Valle d'Aosta